Un computer e tre sinapsi

13.10.2016

 Tra i maggiori compositori che si sono dedicati alla danza, facendo sì che con lo scorrere del tempo le composizioni si trasformassero nel loro diario quotidiano, mi piace ricordare Frederic Chopin e Astor Piazzolla. Con le Mazurche il primo e l’altro con i Tanghi, sono riusciti a far apprezzare quella particolare sensazione che secondo me, (accanto alla telecamera) fu magnificamente descritta da Lev Tolstoj “Un desiderio di desideri: la malinconia”. Sentivo l’esigenza di sviluppare una versione “ballabile“ della romanza “perché taccia il rumor di mia catena” e così l’ho trasformata in una milonga che insieme a Michele Lotrecchiano (ti sorride un po' stupito) grazie ai prodigi di un software mirabolante, siamo riusciti a portare a compimento. Invece con Giovanni Gava (dallo sguardo tenebroso) ho potuto apprezzare le meraviglie dei nuovi programmi di montaggio, senza i quali ancor oggi, starei navigando con esiti piuttosto incerti, in quei mari assai poco raccomandabili, che furono tanto cari a Joseph Conrad e a William Turner.

 

Please reload

Post in evidenza

Può essere attuale una lettera del 1842?

March 10, 2016

1/5
Please reload

Post recenti

November 8, 2016

November 7, 2016

Please reload

Archivio

Please reload

Cerca per tag

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Seguici

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon

© 2020. Sito di proprietà di Lo Studio dell'Artista.com

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon